Danni a noccioli, chiesto stato calamità

MONTALBANO ELICONA (MESSINA), 22 NOV - Il comitato "Nocciolo patrimonio da tutelare", costituito per affrontare la drammatica situazione che ha colpito il settore corilicolo nebroideo, ha chiesto stamani la dichiarazione dello stato di calamità naturale per i danni causati dai ghiri e dalle cimici ai frutti di noccioleti che hanno infestato e distrutto buona parte della produzione. Nel corso della conferenza stampa organizzata a Montalbano Elicona (Me) sono stati denunciati i danni riscontrati nel territorio che comprende i 23 comuni corilicoli dell'area dei Nebrodi ed in particolare: Ucria, Raccuia, Sinagra, Tortorici, Castell'Umberto, Montalbano Elicona, Roccella Valdemone. Su circa 5.000 ettari di noccioleti ricadenti in questi comuni, si stima un danno che si aggira tra il 70 e l'80% della produzione. Sui rimanenti 5000 degli altri comuni nebroidei e della provincia di Messina, si è riscontrato un danno del 25% che, in totale, ammonta a 27 milioni di euro.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Giovanni la Punta

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...